Pagine

giovedì 6 dicembre 2012

Alessandro Novello: suonare e scrivere canzoni


Alessandro Novello comincia a suonare e scrivere canzoni verso la fine del 1999. Nel 2004,dopo aver fatto esperienza con alcuni musicisti della scena rock locale,fonda gli Insane Mood,band dal piglio grunge sia per le tematiche a questo genere molto care(rabbia,frustrazione) sia per lingua utilizzata nei testi,l'inglese. L'intensa attività live della band porta Alessandro alla partecipazione a vari contest e festivals nonchè all'opportunità di aprire i concerti di artisti nazionali del calibro di Tre Allegri Ragazzi Morti,Verdena, Malfunk e Marlene Kuntz. Il musicista trevigiano inizia a comporre brani propri virando verso una carriera di cantautore solista nell'inverno 2006. Quasi un anno dopo,nel Maggio 2007,vede la luce il suo primo lavoro,autoprodotto,dal titolo "Facilmente Impressionabile",mentre nel2010,conseguentemente alla vittoria riscontrata al contest emergente Tv Talents di Treviso,la Lemon Records decide di puntare su di lui decidendo di produrlo artisticamente. Da questo connubio nasce il primo Ep,"Questa Notte Brucio e Tu Bruci Con Me",pubblicato nel 2011 e dal quale viene tratto il singolo "Stagioni".Ascoltando "Stagioni", il brano presente nell' Ep "Questa Notte Brucio eTu Bruci Con Me" del 2011, possiamo dire che Alessandro si accasa sudi un genere prettamente rock-pop,dove una voce dal timbro graffiante ed espressivo si mescola ad atmosfere alla Ligabue-Poggi Pollini e Modà in modo particolare.Il pezzo parte molto tranquillo,con la presenza di basso,batteria e chitarra acustica a fare da unico supporto ad una voce marcatamente in primo piano .In una struttura che rispecchia fedelmente i canoni classici della musica leggera (strofa -ritornello- strofa -ritornello),l'atmosfera sommessa e pacata della strofe  serve da preambolo a quello che poi dovrà essere il punto culminante,la sintesi sonora ,l'esplosione emotiva del brano,ovvero il ritornello. E qui,devo dire,Alessandro Novello ha fatto decisamente centro: il suo è infatti un ritornello senza dubbio accattivante ed efficace,di subitanea orecchiabilità e accessibilità,l'apice indiscusso del la canzone:messaggio semplice ma la cui musicalità funziona alla grande,chitarre corpose ma mai invadenti che lasciano lo spazio necessario a voce e testo di risaltare in maniera protagonista(e quiil richiamo a Francesco Silvestre dei sopracitati Modà è immediato),intervento di chitarra solista  non particolarmente articolato(in fondo che bisogno ce n'è..) ma proprio per questo perfettamente "dentro il pezzo". Insomma tutto giusto,tutto funzionale,tutto bello;peccato soltanto cheil livello delle strofe,sia nella melodia vocale che nel mood generale, non dia altrettanta soddisfazione,non sia equamente vincente,altrimenti avremmo potuto definire "Stagioni" una vera e propria gemma pop italiana.

www.facebook.com/alessandronovelloofficial
www.youtube.com/alessandronovello
http://www.myspace.com/alessandronovello


Nessun commento:

Posta un commento